OPEL CORSA. PIONIERA DAL 1982.

1982-2019, il viaggio transgenerazionale di Opel Corsa

Lanciata per la prima volta nel 1982, la prima Opel Corsa rimase in produzione fino al 1993. Molto più piccola di oggi (era lunga solo 3,62 metri), puntava già sull’efficienza e sui consumi grazie a un coefficiente aerodinamico molto basso per l’epoca.  Il primo modello aveva solo due porte e nel 1985 si aggiunse anche la versione a 5 porte. Molto apprezzata sin dall’inizio - sono state ben 3,1 milioni le unità vendute – la Corsa si è conquistata da subito un posto di rilievo fra le city car degli anni Ottanta. Oggi, il contesto è profondamente mutato. Le persone, l’approccio stesso con la mobilità. Dagli anni Ottanta ad oggi della vecchia Corsa non è rimasto praticamente nulla. Eppure,  Corsa-e ne è la reincarnazione più coerente, 37 anni dopo. Elettrica, è ancora una city car. Magari più grande, spaziosa, con tutta quella sicurezza e connettività indispensabili oggi.  Ma soprattutto è diventata “l’elettrica per tutti”, grazie all’autonomia di 330 chilometri. Grazie alle formule di acquisto e di noleggio pensate per nuovi utenti, giovani, che alla proprietà hanno ormai sostituito l’utilizzo.

 

Eppure, pionieristica la Opel Corsa lo è sempre stata.  Fin dal suo lancio, avvenuto nel 1982, quando era dotata di tecnologie di solito appannaggio di auto di categoria superiore. Oggi, il concetto si ripete, rivisto e corretto. Una piccola elettrica con un prezzo abbordabile. Così, la sesta generazione di Opel Corsa per la prima volta diventa elettrica e gioca di nuovo la carta della democratizzazione, ieri solo tecnologica, oggi più complessa. Non era facile trasformare una delle vetture più popolari sul mercato, con oltre 13,6 milioni di esemplari venduti in trentasette anni di storia in un’auto completamente elettrica. Corsa-e diventa così un tassello fondamentale nell’elettrificazione di Opel. Succederà concretamente a marzo, con la consegna dei primi esemplari. È l’avvio del piano strategico PACE!, quello che entro il 2024 vedrà l’offerta di una versione elettrificata di ogni modello Opel venduto in Europa.

 

Caratterizzata da dimensioni urbane, con una lunghezza di 4,06 metri, Corsa-e dispone di 136 cavalli di potenza, (100 kW) con prestazioni brillanti tipiche delle auto elettriche, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,1 secondi, come una sportiva. Normal, Eco e Sport: Opel Corsa-e lascia all’utente la possibilità di scegliere lo stile di guida. Sport per accentuare la reattività e le prestazioni, Eco per massimizzare l’autonomia, Normal per l’uso quotidiano. Opel Corsa-e punta molto su due aspetti: un’autonomia di 330 chilometri e una formula di acquisto che per l’elettrico in Italia significa soprattutto noleggio a lungo termine; nel caso di e-reservation, da 279 euro al mese, una cifra a dimensione giovani. Poi ci sono le dotazioni di sicurezza. Fari anteriori adattivi  a matrice di Led capaci di adattare il fascio di luce al traffico e al tipo di strada, riconoscimento dei cartelli stradali, cruise control adattivo, protezione della fiancata e allerta dell’angolo cieco laterale. C’è anche l’assistenza al parcheggio. Poi c’è l’infotainment e la connettività, parole chiave per conquistare i Millennials. Indispensabili lo schermo touch a colori da 7 o 10 pollici, la navigazione live, le informazioni sul traffico in tempo reale e la chiamata di emergenza.

 

Altro punto fondamentale, l’autonomia elettrica. Chi sceglie un’elettrica lo fa spesso pensando a questo aspetto.  E i 330 chilometri di Corsa-e sono certo un dato incoraggiante per allargare il bacino di potenziali acquirenti. La batteria da 50 kWh garantita 8 anni, le diverse opzioni di ricarica disponibili, l’accordo con Enel X... Tutto su Opel Corsa-e spinge verso una maggiore facilità d’uso. È il mercato dell’auto che lo chiede. In Italia l’elettrico è contenuto ma in rapidissima crescita, come  confermano i più recenti dati Unrae.  Parliamo di 6.453 auto elettriche immatricolate nei primi 8 mesi del 2019, 109 per cento in più rispetto all’anno scorso. Un mercato fatto soprattutto da privati, dal noleggio a lungo termine e da uomini che vivono soprattutto al Nord. Un contesto in cui Opel Corsa-e si inserisce con l’obiettivo di allargare gli orizzonti, per una mobilità elettrica più ampia, abbordabile, in una parola più “democratica”.